BE YOURSELF… O meglio: evitiamo il “copia/incolla” della personalità

Avere una personalità di questi tempi é come una manna dal cielo, averne una autentica, originale, poi, é un episodio piuttosto raro, quasi come avvistare un merlo bianco.
Dopo aver passato i migliori anni della mia vita a stare ben attenta a non deludere le aspettative degli altri e a inquietarmi sul cosa avrebbero mai potuto pensare di me e del mio operato, ho deciso di uscire allo scoperto. Non volevo più reggere il lume e sopratutto non mi sarei più subordinata. Avrei presentato la mia personalità al mondo intero. Così com’é. Una sorta di striptease dell’anima. Sapevo di dover fare i conti con tanta critica, perché é noto che chi si sbilancia (e ha una propria opinione, anche se a partorirla é un cervello piuttosto marcio come il mio) é soggetto ai giudizi della gente. Ma meglio così che restare una lettera morta.
Questa é la strada dunque… Bene. E mo? E difficile seguirla senza una mappa o delle istruzioni… E non c’é Google che tenga. E se chiedi in giro, il consiglio d’oro che ti danno é „sii te stessa!“ Si, ma come? Come si fa? E poi: In che modo io posso essere me stessa se tutti ti fanno comunque sempre sentire fuori luogo e indispensabile come la maionese nella Sacher?! E siccome la bussola proprio non riesco a capirla e le mappe le lascio ai provetti Jack Sparrow, ho pensato a delle facili affermazioni, una sorta di „formula magica“ da ripetere come fosse un misticissimo mantra!

1) „Perché io valgo!“ Anche se lo shampoo della l’Oréal mi fa venire la psoriasi su tutta la cute, il loro slogan, é al quanto salubre. Vivilo.

2) „Ricorda di osare. Sempre.“ Ascolta il tuo istinto. Nelle migliori delle ipotesi hai fatto qualcosa di fantasticamente TUO. Altrimenti. Niente. Ti sei lasciato sfuggire una grandiosa occasione di annoiarti, di martellarti con le paturnie del tipo „e se ci provavo? e se… e see…?“. Basta avere a lingua in bocca. E io c’é l’ho! 
3) „Fai pace… In primo luogo con te stessa!“ Basta rimorsi. E che noia. Esercitare la mortificazione o darsi delle immaginarie frustate sulla schiena é energia sprecata. Quello che é successo non mi definisce, anche se non dimenticherò mai, devo viverci insieme, usarlo come un motore e convertirlo a mio vantaggio.
4) „Sii consapevole dei tuoi difetti!“ O mio dio, da dove comincio? Ne ho tanti, tantissimi. In enorme quantità. Ma li conosco tutti e cerco di tenerli a bada. Ripeto: cerco! 🙂 A cominciare dalla mia leggerissima indole „fumantina“. Hahahahaha… L’understatement del secolo. 
5) „Riconosci quand’è ora di cambiare!“ E di muoversi. Oh, per capire questa c’é voluta l’ira funesta di un cazziatone mai più finito. Però ho afferrato il concetto: E solo quando esci fuori dalla tua „comfort zone“ che incominci a sfidare l’attore principale della tua vita. Tu. Quindi smetti di fare la pentola a due manici e datti na bella mossa. E magari nel momento più giusto che esiste: ORA!
6) „Rispetta gli altri!“ Okay. Questo é sottinteso. Sempre e comunque.
7) „Paragone: No grazie!“ Non ti paragonare ad altre persone. Non farà altro che aumentare la tua frustrazione. Concentrati invece su cosa fa di te quello che sei. Osho diceva: „Tu non puoi essere altro che te stesso. Allora rilassati. L’esistenza ha bisogno di te così come sei.“
8) „La gelosia / l’invidia è veleno!“ E il veleno non é che sia proprio una mano santa per il nostro organismo e per la propria pace dei sensi. Posso affermare in modo abbastanza tranquillo di non essere particolarmente invidiosa (tranne di quelle che non devono mai fare la ceretta alle gambe, decolorarsi i peli delle braccia e labbra e spennarsi le folte sopracciglia à la „foresta nera“ una volta alla settimana). Però so tanta gente lo é. É invidiosa, non pelosa. A questi posso solo dire: trasformate questo sentimento in ammirazione. E sopratutto: MAI TEMERE CHI COPIA E CHI PRATICA L’AUTOCELEBRAZIONE (senza mai fare i fatti), é solo una dimostrazione d’incapacità ma anche di inadeguatezza.
Last but not least: Non sarei mai arrivata a declamare i miei otto comandamenti se non fosse stato per l’aiuto, la protezione, l’amore e sopratutto la pazienza di Giobbe, delle persone sincere, vere e sopratutto benevoli che mi stanno intorno. I miei amici (quelli leali), i miei angeli custodi che nonostante la mia nota testa di ca**o, non hanno mai smesso di supportarmi, sopportarmi, incoraggiarmi, amarmi e credere in me. Sono stati talmente convincenti che quasi quasi mi do una chance anche io! 😉
PS: Un ringraziamento speciale a Dani per l’ispirazione! xxx
Advertisements

One thought on “BE YOURSELF… O meglio: evitiamo il “copia/incolla” della personalità

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s